Introduzioni

Introduzioni (13)

Mercoledì, 26 Dicembre 2012 09:41

Presentazione della Biblioteca digitale

All'inventario di testi digitali sul Ferrarese del XIX secolo già reperibili in rete (Indice digitale - in corso di realizzazione) questa sezione del sito unisce la possibilità di consultazione diretta di documenti fondamentali (Biblioteca digitale), appositamente digitalizzati nel corso di questo progetto.

L'iniziativa vorrebbe offrire un contributo alla salvaguardia di testi preziosi e rari, ma anche rendere immediatamente accessibili alcune importanti fonti per la storia del territorio e della società locali. Si vorrebbe stimolare la realizzazione di un più ampio cantiere di digitalizzazione del testo a stampa e del patrimonio archivistico.

Ringraziamenti

La Biblioteca Civica "L.A. Muratori" di Comacchio e Franco Cazzola hanno gentilmente messo a disposizione i testi originali

L'area della ricerca del Cnr di Genova, nel quadro della convenzione fra Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara e Istituto di Storia dell'Europa Mediterranea, ha fornito uno scanner portatile

Paolo Manservigi della Biblioteca comunale "Ariostea" di Ferrara ha offerto un elenco di "oggetti digitali" di argomento ferrarese disponibili nel web

Martedì, 22 Marzo 2011 10:20

Crediti

Le immagini che compaiono nelle testate sono tratte da opere conservate presso le Gallerie d'Arte Moderna e Contemporanea di Ferrara.

 

{gallery}credits{/gallery}

Sabato, 19 Marzo 2011 11:01

Bibliografie ferraresi

Questa sezione comprende due distinti cataloghi bibliografici:

la Bibliografia sull’Ottocento ferrarese, che censisce i contributi dedicati alla storia di Ferrara e del Ferrarese nell’Ottocento, pubblicati negli ultimi trent’anni (1980-2010);

il Catalogo Luciano Nagliati, che raccoglie gli studi pubblicati all’interno dei periodici locali nell’arco di oltre un secolo, senza limitazioni tematiche o cronologiche.

- Accademia delle scienze di Ferrara («Atti» e «Supplementi», dal 1902 ad oggi)

- Analecta ferrariensia (a cura del Seminario arcivescovile di Ferrara, dal 1958 al 1974)

- Analecta pomposiana (a cura delle Diocesi di Ferrara-Comacchio, dal 1965 ad oggi)

- Anecdota ferrariensia (Libreria Editrice Vaticana, dal 1972 al 1999)

- Anecdota. Quaderni della biblioteca “L.A. Muratori”, Comacchio (dal 1991 ad oggi)

- Bollettino annuale dei musei ferraresi (Comune di Ferrara, assessorato alle istituzioni culturali, dal 1972 ad oggi)

- Bollettino di notizie e ricerche da archivi e biblioteche (Comune di Ferrara, dal 1980 al 1986)

- Centro culturale città di Ferrara (dal 1980 al 1989)

- Competizione democratica. Periodico del socialismo e della democrazia (dal 1955 al 1958)

- Cronache ferraresi. Quaderni della federazione provinciale del P.C.I (dal 1959 al 1961)

- Deputazione provinciale ferrarese di storia patria (Serie I, II, III, IV, Serie Monumenti, Serie Arti e Grafica; dal 1886 ad oggi)

- Il Diamante. Rassegna quindicinale della vita artistica ferrarese (dal 1928 al 1930)

- Il Duca. Rivista settimanale emiliana di scienze, lettere, arti e varietà (dal 1° ottobre 1908 al 15 novembre al 1910)

- Ferrariae Decus (dal 1908 ad oggi; «Bollettino» dal 1989 ad oggi)

- Ferrara (dal 1924 al 1932 con il titolo «Il Bollettino statistico del comune di Ferrara»; dal 1933 al 1935 «Rivista di Ferrara»; dal 1960 al 1965 «Ferrara. Rivista del Comune di Ferrara»; dal 1983 al 1990, «Ferrara – Periodico di informazione del Comune»)

- Ferrara industria (Periodico dell’Unione Industriali della Provincia di Ferrara, dal 1997)

- Ferrara storia. Rivista bimestrale di storia cultura e ambiente (dal 1996 al 1998)

- Ferrara viva. Rivista storica e di attualità (dal 1959 al 1965)

- Ferrara – Voci di una città. Periodico semestrale di cultura, informazione ed attualità della Fondazione della Cassa di Risparmio (dal 1994 ad oggi)

- Giornale filologico ferrarese. Periodico Quadrimestrale (dal 1978 al 1990; «Quaderni» dal 1980 al 1990)

- Nuovi problemi di storia ed economia (dal 1930 al 1940)

- La pianura. Periodico della Camera di Commercio, Industria, artigianato, agricoltura di Ferrara (dal 1966 ad oggi; «Quaderni della Pianura»; «Agenda Gastronomica»)

- Padania. Rivista dell’Istituto di Storia contemporanea del Movimento operaio e contadino (dal 1987 al 1994)

- Quaderni dei musei ferraresi (dal 1983 ad oggi)

Domenica, 27 Febbraio 2011 22:16

Ringraziamenti

La Regione Emilia-Romagna ha erogato un finanziamento triennale fondamentale per la progettazione e realizzazione, scientifica e tecnica, del sito.

Il Comune di Ferrara e la Provincia di Ferrara hanno offerto il loro patrocinio all'iniziativa.

Il Consiglio Nazionale delle Ricerche (nell'ambito di una convenzione fra Istituto di Storia dell'Europa Mediterranea e Istituto di Storia contemporanea di Ferrara) ha collaborato alla ricerca e offerto un supporto tecnico.

La Fondazione Cassa di Risparmio di Ferrara ha autorizzato la riedizione dei materiali del Repertorio bibliografico di cultura ferrarese dei periodici locali: 1886-2003 di Luciano Nagliati, che ha messo a disposizione i materiali delle sue ricerche e ne ha autorizzato la pubblicazione online.

Hanno messo a disposizione e autorizzato a riprodurre documenti presenti nelle loro collezioni e nei loro fondi: Istituto di Studi Rinascimentali (Archivio Giglioli), “Ferrariæ Decus” (collezione Andrea Lodi), Gallerie di Arte Moderna e Contemporanea, Archivio di Stato di Ferrara, Archivio storico del Comune di Ferrara, Archivio storico comunale di Bondeno, Archivio storico del Comune di Massafiscaglia, Archivio storico del Comune di Copparo, Servizi demografici del Comune di Copparo, Alberto Cavallaroni.

La Biblioteca comunale "Ariostea" di Ferrara, la Biblioteca Civica "L.A. Muratori" di Comacchio, Franco Cazzola e Leopoldo Santini hanno messo a disposizione i testi originali da cui sono state ricevate le copie digitali. Paolo Manservigi della Biblioteca comunale "Ariostea" di Ferrara ha offerto un elenco di "oggetti digitali" di argomento ferrarese disponibili nel web.

Il Centro Documentazione Donna di Ferrara ci ha ospitato nella sua accogliente sede per la progettazione del sito.

Domenica, 27 Febbraio 2011 22:08

Biblioteca digitale dell'Ottocento ferrarese

Questa sezione comprenderà due spazi: l'Indice e la Biblioteca.

L'Indice fornirà una mappa dei testi digitali inerenti l'Ottocento ferrarese (guide, documentazione amministrativa, inchieste, ricerche storiche, testimonianze, etc.) già disponibili in rete, offrendo il link alle risorse originali, esterne e interne a questo sito.

La Biblioteca digitale vera e propria presenterà una serie di testi digitalizzati durante il corso del progetto "Ottocento ferrarese". Il rimando a questi testi si troverà anche nell'Indice.

Venerdì, 11 Febbraio 2011 14:56

Ottocento ferrarese: una storia da scoprire

Il punto di partenza del progetto “Ottocento ferrarese” è un paradosso storiografico: la città e il territorio hanno giocato un ruolo importante nella storia dell’Italia contemporanea, ma negli ultimi vent’anni sono stati rari - a confronto con altre aree - gli studi e ricerche sulle vicende locali, in particolare sul XIX secolo. Vicende che ebbero anche risvolti europei e persino globali, se si pensa che i ferraresi hanno avuto a lungo gli austriaci alle porte, la canapa della provincia formava vele e cordami delle flotte britanniche, Comacchio esportava anguille in tutto l’Adriatico, l’erede di una famiglia ebraica di Cento divenne primo ministro del Regno Unito, capitali, macchine e tecnici di mezza Europa avviarono una gigantesca opera di bonifica, l’arte e l’urbanistica ferraresi suscitavano l’interesse dei grandi storici dell'epoca.

Senza adeguate risorse non si può supplire alle lacune della ricerca storica. Con un concorso di forze si può tuttavia lavorare a un progetto che fornisca strumenti e informazioni ai ricercatori, agli insegnanti e ai loro studenti, ai cittadini e agli amministratori. Grazie all’ampio accesso alla “rete” si può dar vita a un sito che offra qualche risposta alla diffusa “domanda” di storia. Una “domanda” che non riguarda solo gli eventi politici, istituzionali e militari del Risorgimento propriamente detto, oggi al centro della discussione pubblica, ma una più generale storia della società ferrarese e del suo territorio. Una storia che per questo non deve limitarsi solo a Ferrara o alle classi dirigenti locali, ma dev’essere estesa alla vita delle masse che popolavano la provincia in un passato che, per quanto percepito ormai come “lontano”, è alle origini del nostro presente.

Per “Ferrarese” si intende un’area composita, che ha intensi rapporti con le aree confinanti e spiccate vocazioni municipali, ma che nel corso del XIX secolo si identifica con un’entità amministrativa, nella quale si rafforzò il ruolo del capoluogo e si unificarono progressivamente le tipologie economico-sociali. La dialettica fra centro e centri, fra città e campagne restò pronunciata e merita una ricostruzione che alle logiche urbane sappia costantemente affiancare quelle rurali. Le campagne postunitarie vennero attraversate da una grande trasformazione: la bonifica cancellò l'eredità secolare della paludi e delle valli, incise profondamente sull'agricoltura e sul tessuto economico e sociale. Questi processi contribuirono alla formazione di un bracciantato di massa, che seppe organizzarsi e rivendicare migliori condizioni di lavoro e di vita. La polarizzazione sociale e le rigidità delle classi dirigenti avrebbero condotto a una radicalizzazione del conflitto sociale e della vita politica che il "lungo Ottocento", dopo il grande massacro della Prima guerra mondiale, lasciò in eredità al Novecento.

Venerdì, 11 Febbraio 2011 14:51

Dizionario storico dell'Ottocento ferrarese

Un dizionario permette di avvicinarsi ai processi e alle trasformazioni storiche attraverso voci sintetiche e tese alla più ampia divulgazione dei risultati delle ricerche.

Il Dizionario storico dell'Ottocento ferrarese comprende oltre cento voci di storia del territorio, dell'economia, della società, della politica e della cultura ferraresi. Redatte da giovani studiosi e da specialisti affermati, sono illustrate da immagini e corredate da una breve bibliografia per approfondire l'argomento.

Da "Acqua" a "Zucchero", ogni voce apre una piccola finestra sui più diversi fenomeni che hanno interessato il territorio ferrarese lungo il secolo che va dal Triennio rivoluzionario (1796-1799) alla vigilia della Prima guerra mondiale (1914).

Le voci traducono lo stato della storiografia sull'Ottocento ferrarese, talora molto ricca (come nel caso delle bonifiche o della storia dell'arte), talora appena agli inizi (la storia delle istituzioni o dei gruppi sociali).

Venerdì, 11 Febbraio 2011 13:44

Istituto di Storia Contemporanea

L'Istituto di Storia Contemporanea è nato nel 1973 per impegno del Comune e della Provincia di Ferrara come Istituto di Storia Contemporanea del Movimento Operaio e Contadino - Centro Don Minzoni. Il proposito era quello di dare alla città e alla provincia un'organizzazione in grado di soddisfare la sempre più diffusa domanda di storia contemporanea che proveniva dal mondo delle giovani generazioni, oltre che di affinare ulteriormente la qualità della ricerca storica.

I fini scientifici e civili dell'Istituto sono la promozione della conoscenza critica e la divulgazione della storia. Alla base c'è la volontà di consentire alle formazioni storico-politiche cattoliche e laiche di studiarsi, di conoscersi a vicenda per superare preconcetti, luoghi comuni e artificiose incompatibilità.

Oltre a mostre di arte contemporanea, realizzazione di video storico-didattici, presentazioni di libri e conferenze, consulenze per tesi di laurea e ricerche, sono numerose le attività dell'Istituto, dove è attivo dal 1989 un "Laboratorio di Didattica della Storia", con lo scopo di fornire agli insegnanti delle scuole ferraresi gli strumenti metodologici indispensabili per acquisire i più aggiornati modelli di approccio alle tematiche della ricerca e dell'insegnamento delle discipline storiche. In particolare i compiti assegnati al Laboratorio sono:

- raccogliere, ordinare, catalogare, elaborare materiali documentari e audiovisivi necessari per individuare percorsi e strategie didattiche che consentano di affrontare i "nodi" principali della storiografia italiana e internazionale;

- organizzare seminari e stages sul lavoro dello storico oggi e sulla metodologia-didattica dell'insegnamento della storia, destinati principalmente alla formazione e all'aggiornamento degli insegnanti delle scuole secondarie di primo e di secondo grado;

- promuovere, in stretto collegamento con gli insegnanti, ricerca e sperimentazioni sull'insegnamento e sull'apprendimento della storia nelle scuole di ogni ordine e grado della provincia di Ferrara.

Diretto dal prof. Angelo Varni, docente dell'Università di Bologna, e coordinato dalla prof.ssa Anna Maria Quarzi, il Laboratorio si avvale della consulenza e della collaborazione di storici, pedagogisti e di esperti della didattica. Negli anni scolastici dal 1989 al 2003 sono stati organizzati diversi corsi di aggiornamento, incontri e seminari in collaborazione con il Provveditorato agli Studi di Ferrara e con il Centro Didattica Beni Culturali del Comune di Ferrara.

La biblioteca offre la consultazione e il prestito di circa 14.000 volumi. Fornisce un aggiornato punto di riferimento per lo studio della politica, dell'economia e della società in ambito contemporaneo. L'emeroteca conta un assortimento di 20 riviste in corso.

Sono aperti al pubblico (consultazione su prenotazione) l'archivio storico della Camera del lavoro territoriale di Ferrara e l'archivio storico del Partito comunista italiano di Ferrara.


Istituto di Storia Contemporanea - vicolo Santo Spirito, 11 - 44121 Ferrara
Telefono e fax: 0532/207343 - email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - sito: http://www.isco-ferrara.com/ - Privacy & Cookies